Selezione del sottotetto per coperture in tegole

Il tipo di tetto primario determina il tipo di sottotetto più di qualsiasi altro fattore, specialmente nel caso di un sistema di copertura in tegole o metallo. Questo fattore da solo può escludere molti tipi di underlayment.

Un underlayment per uso sotto le mattonelle deve essere abbastanza irregolare sostenere il peso delle pile delle mattonelle. Questo requisito elimina tutti, ma il underlayment più provato e vero per le applicazioni di piastrelle.

Considerando che un sistema di copertura in tegole getta acqua ma non è di per sé una barriera a tenuta stagna, è auspicabile che il sottofondo funga da barriera idrica secondaria. In Florida, l’asfalto a caldo in 90 # felt è stato il underlayment di riferimento per i sistemi di copertura in tegole per molti decenni ed è scritto in molti dei codici di costruzione.

Molti appaltatori preferiscono un underlayment resistente alla temperatura e auto-aderente quale il underlayment ad alta temperatura di Tarco PS200HT, che è progettato per uso nell’ambito del metallo e delle mattonelle. Il composto modificato del bitume è formulato particolarmente per resistere alle temperature elevate che potrebbero essere presenti sotto le mattonelle o i tetti del metallo. Anche se il prodotto è auto-aderente può anche essere inchiodato. Le unghie penetrano attraverso il composto superiore, il rinforzo in fibra di vetro e il composto inferiore del sottofondo. Il bitume modificato è autosigillante intorno alle unghie. Il prodotto PS200HT ha una superficie in poliestere che fornisce un’eccellente trazione. La superficie del tessuto in poliestere antiscivolo non solo fornisce la massima percorribilità, ma aiuta anche a prevenire lo scivolamento delle piastrelle dal tetto.

Il sottofondo sintetico può essere utilizzato anche sotto le piastrelle. Tarco raccomanda il suo sottofondo sintetico più pesante per l’uso in applicazioni di piastrelle. LeakBarrier EasyLay UDL Basic è adatto per l’uso in piastrelle meccanicamente attaccate, tuttavia, l’UDL 50 più spesso è adatto per applicazioni in schiuma e piastrelle meccanicamente attaccate. UDL 50 ha uno spessore nominale di 16 mils (rispetto a 10 mils per UDL Basic e 8 mils per UDL 15) ma è leggero (4,5 libbre per quadrato).

La superficie di UDL 50 è compatibile con applicazioni di schiuma. Il colore tan fornisce una superficie più fresca con cui lavorare e il materiale in poliolefina è stabile alle alte temperature. È valutato per temperature fino a 320 gradi Fahrenheit.

Poiché l’installazione di piastrelle può essere soggetta a ritardi, è consigliabile utilizzare un sottofondo con limiti di esposizione lunghi. La superficie superiore in poliestere di PS200HT protegge dalle radiazioni UV in modo che il sottofondo possa essere lasciato esposto fino a 90 giorni mentre i lavori esterni vengono eseguiti prima dell’installazione delle piastrelle. EasyLay UDL 50 ha un limite di esposizione di sei mesi che è anche più lungo delle scelte bituminose modificate.

In sintesi, le seguenti opzioni di underlayment sono raccomandate per le applicazioni del tetto delle mattonelle:

Buono: UDL Basic è adatto ad uso sotto le mattonelle che sono attaccate meccanicamente nei climi dove il tempo piovoso e la protezione secondaria della barriera dell’acqua non sono preoccupazioni importanti.

Meglio: UDL 50 è la scelta migliore come sottofondo di piastrelle, specialmente per le installazioni di schiuma. Il maggior spessore e la formulazione ad alta temperatura fanno per un underlayment più irregolare che può resistere ai carichi connessi con le installazioni delle mattonelle.

Best: Asfalto tradizionale a caldo oltre 90# feltro è una scelta eccellente dove il lavoro è disponibile e l’appaltatore è disposto a lavorare con asfalto a caldo. La membrana autoadesiva LeakBarrier PS200HT è adatta per un sistema di copertura superiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.