Spider Loc accusa T. I. di aver fatto la spia

Spider Loc, che era stato firmato per la G-Unit Records di 50 Cent, sta accusando T. I. di aver fatto la spia durante la sua testimonianza nel 2008 processo per omicidio dell’uomo che ha ucciso il suo amico Philant Johnson.

La scorsa domenica (aprile 21), Spider Loc ha pubblicato diversi post su Instagram chiedendo che T. I. carica la sua testimonianza completa dal processo per dimostrare che non ha fatto la spia contro l’uomo che ha ucciso il suo amico in 2006.

In tutte le maiuscole, Spider ha scritto in parte, “TUTTO QUELLO CHE DEVI FARE È CARICARE L’INTERA TESTIMONIANZA CHE HAI AVUTO ABBASTANZA SUCCESSO NELL’ESSERE RIMOSSO DALL’INTERO WORLD WIDE WEB. NIGGA IL CODICE G È STFU NON DIRE MERDA MENTRE U SEDUTO SUL BANCO PER UN’ORA DETTAGLIARE GLI EVENTI NOTTI DALL’INCIDENTE DI CONTESA/VIOLENZA ALL’INTERNO DEL LUOGO FINO AL SECONDO PASSAGGIO U HA DETTO CHE HANNO FATTO LE RIPRESE A U, PER TUTTO IL TEMPO FORNENDO TESTIMONIANZA CORROBORANTE CONTRO IL SOSPETTO PER CONTO DELL’ACCUSA IN UN PROCESSO PER OMICIDIO, IN ORDINE COME U APPENA DICHIARATO PER SALVARE YA LIBERTÀ E FINANZE E PER FAVORE I TUOI AMICI MADRE.”

In due dei video Loc ha scritto didascalie per, T. I. può essere sentito parlare in interviste radiofoniche sulle accuse di spionaggio. Da parte sua, insiste sul fatto che non aveva nessuno da raccontare in primo luogo.

Nel novembre 2008, T. I. testimoniò nel processo per omicidio di Hosea Thomas, che fu l’attentatore nella sparatoria del maggio 2006 che uccise Johnson e ferì altri tre membri dell’entourage di T. I. a Cincinnati. Mentre era allo stand, l’Atlanta rhymer ha ricordato il dolore di consegnare la triste notizia della morte del suo amico a sua madre e alla figlia di cinque anni. Ha anche raccontato la notte della sparatoria e identificato il corpo del suo amico in una serie di foto dell’autopsia. Thomas è stato condannato quello stesso mese.

Avanti veloce al presente. Spider Loc sta cercando T. I. per chiarire la sua testimonianza. Lunedì (aprile 22), Spider è saltato su YouTube e ha pubblicato un video che ribadisce la sua richiesta di pubblicare la sua testimonianza completa in modo che le persone possano determinare se T. I. ha collaborato con le autorità per se stessi.

Sebbene T. I. ha detto in passato che aveva una “festa di lavoro” in prigione che lo ha scagionato di essere una spia, Spider ha detto che non è una prova sufficiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.